Vegan Dieta PCOS

Vegan Dieta PCOS


Sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) è un disordine ormonale che colpisce le donne in età riproduttiva. Le ovaie di donne con la malattia di solito contengono molte piccole cisti. Queste cisti rendono difficile l'ovulazione, causando problemi mestruali e infertilità. Perché PCOS aumenta anche il rischio per l'obesità, il diabete, infarto e ictus, è importante per le donne con diagnosi di disturbo di seguire una dieta sana. Una dieta vegana (quella che esclude carne, latticini e uova) è una opzione.

Raccomandazioni dietetiche

PCOS in genere comporta l'insulino-resistenza, il che significa che il corpo non può utilizzare correttamente l'insulina per trasportare il glucosio (zucchero nel sangue) alle cellule. Il glucosio è la fonte primaria di combustibile per il corpo. Quando il glucosio rimane nel sangue invece di essere utilizzato da parte delle cellule, che porta a problemi come il diabete, malattie cardiache e ictus. Ciò significa che è importante per le donne con PCOS mangiare non solo una dieta che aiuta a regolare i livelli di glucosio nel sangue, ma anche una dieta che soddisfi le altre linee guida dietetiche salutari per il cuore. Queste linee guida raccomandano una dieta basata su cereali integrali, legumi, verdure, frutta, grassi insaturi e proteine ​​magre (comprese le alternative vegetariane a base di carne, pesce e latticini). Un tipico punteggi dieta vegana elevati per il rispetto di queste linee guida.

Un potenziale problema con la dieta vegana, tuttavia, è che potrebbe essere troppo ricca di carboidrati per regolare correttamente i livelli di glucosio nel sangue. Una dieta vegana che include una varietà di fonti proteiche vegetali ampiamente disponibili può facilmente risolvere questo problema. Fonti di proteine ​​vegane sono noci, burro di noci, fagioli, tofu, tempeh e cereali integrali. Questi alimenti sono anche a basso contenuto di grassi saturi, e molti sono ricchi di sani, grassi insaturi.

Vantaggi Vegan

L'American Diabetes Association (ADA) riferisce che di studio-partecipanti a seguito di una dieta vegana a basso contenuto di grassi sperimentato maggiori miglioramenti nella stabilità del glucosio nel sangue, perdita di peso, i livelli di lipidi nel sangue e livelli di colesterolo nel sangue rispetto ai partecipanti che hanno seguito le linee guida dietetiche ADA. Entrambi i gruppi, tuttavia, è nettamente migliorata seguendo una dieta più sana basata su un sacco di cereali integrali e produrre.

Se non si è già vegan, saltando in questo cambiamento di stile di vita è un modo sicuro per aumentare la creatività culinaria e per conoscere genuini, ricette fresche che sono sia a basso contenuto di grassi saturi e anche ricchi di fibre e sostanze nutritive.

Calcio e ferro

I vegani non sono a rischio di carenze o di calcio o ferro. Un tipico mangiatore di carne potrebbe avere difficoltà a ottenere abbastanza calcio da tofu, verdure a foglia verde scuro, fagioli, mandorle e salsa tahin, ma questi alimenti sono tutti i punti metallici in una tipica dieta vegana. Altre fonti di calcio sono broccoli, melassa, latte di soia fortificato e succo d'arancia fortificato. Allo stesso modo, ci sono molte fonti vegane di ferro: semi di zucca, verdure a foglia verde scuro, broccoli, tempeh, tofu, noci, melassa e quinoa. Noterete che molti di questi alimenti sono in entrambi gli elenchi, rendendo più semplice per soddisfare le vostre esigenze quotidiane di questi nutrienti.

Omega-3 acidi grassi

Gli acidi grassi Omega-3 sono i più altamente raccomandato di grassi insaturi cuore-sani. Essi sono di solito associati con pesci di acqua fredda come il salmone, lo sgombro e le sardine. Fonti vegane sono semi di lino, olio di lino, noci e semi di soia.

Suggerimenti

La dieta vegan non è sano di per sé. Ci sono un sacco di cibi spazzatura senza animali e nutrizionalmente vuoti raffinati e trasformati alimenti vegan sul mercato. Hai ancora bisogno di fare buone scelte e fare attenzione a non mangiare troppo. Scegli pasta integrale e riso integrale sulle loro varietà bianche; verdure fresche o surgelate sopra in scatola o trasformati; tutta la frutta fresca al posto del succo.


articoli Correlati