Terapia Attività per bambini con paralisi cerebrale

Terapia Attività per bambini con paralisi cerebrale


La paralisi cerebrale è un disturbo permanente neurologica che colpisce il cervello di una persona (cerebrale) e il suo modo di comunicare con i muscoli (paralisi). Si stima che circa 764.000 bambini e adulti negli Stati Uniti hanno un certo grado di paralisi cerebrale e circa 8.000 neonati e bambini con diagnosi di ogni anno. Mentre la nascita prematura e di altri fattori aumentano il rischio di paralisi cerebrale, la causa esatta non è nota. Tuttavia, il trattamento è disponibile, e la precedente, è probabile che il meglio il vostro bambino di successo nella vita.

Fisioterapia

Un fisioterapista utilizza comunemente una serie di attività e giochi per aiutare un bambino con paralisi cerebrale migliorare la propria flessibilità, la forza, la mobilità e la funzione. Il PT può lavorare con un bambino in una clinica o una scuola, ma spesso fa visite a domicilio pure. Il PT decide e attrezzature ordini specificatamente adatto per le esigenze del bambino e rende le modifiche, se necessario. Il PT dà le attività genitore o custode a che fare con il bambino come parte di un programma di esercizi a casa in corso. Esempi sono: camminare in un camminatore, salire e scendere le scale, a quattro zampe, seduto su una panchina, e seduto su una palla di equilibrio.

Terapia occupazionale

Un terapista occupazionale si concentra su come aiutare un bambino con paralisi cerebrale apprendere le abilità fisiche necessarie per svolgere la sua "occupazione", vale a dire essere un bambino. L'OT userà spesso divertenti, attività positive per migliorare cognitive, fisiche e capacità motorie del bambino e aumentare la sua autostima e senso di realizzazione. L'obiettivo è quello di aiutare i bambini a svolgere le loro attività quotidiane in modo che possano essere il più indipendente possibile. Esempi sono: l'alimentazione, lavarsi i denti, vestirsi, scrittura a mano e la coordinazione occhio-mano.

Logoterapia

Perché paralisi cerebrale a volte colpisce i muscoli necessari per il corretto funzionamento vocale, un logopedista aiuta un bambino a esprimere le sue idee e capire quelli espressi da altri. Gli esempi sono: imparare le lettere dell'alfabeto, nuove parole, e parlando in frasi, e l'utilizzo di dispositivi di lingua dei segni o delle tecnologie assistive per aiutare nella comunicazione.

Hippo Therapy

Ippoterapia, o la terapia a cavallo, aiuta un bambino con paralisi cerebrale migliorare la propria postura e l'equilibrio, la coordinazione, la forza muscolare, abilità motorie lorde (a piedi, seduto, in piedi), la parola e la comprensione, per non parlare aumenta la fiducia in se stessi e migliora di un bambino il benessere in generale, fisicamente, psicologicamente ed emotivamente. In questo modo, il bambino può migliorare e imparare preziose competenze divertendosi e trascorrere del tempo all'aria aperta e contatto con la natura.

Aqua Therapy

Poiché l'acqua riduce la pressione sulle ossa e delle articolazioni, che giocano in acqua può consentire a un bambino con paralisi cerebrale di muoversi più liberamente e di eseguire esercizi che potrebbero non essere possibile sulla terra ferma, vale a dire alcuni esercizi aerobici come camminare, calciare, saltare, o il nuoto vero e proprio. Appositamente terapisti qualificati possono portare il vostro bambino attraverso esercizi dolci che possono contribuire ad aumentare il tono muscolare, un migliore coordinamento e una maggiore resistenza. Nel processo, naturalmente, divertirsi in piscina può anche aiutare il vostro bambino a diminuire lo stress e migliorare la stima di sé.

Considerazioni finali

Questi sono alcuni dei principali terapie disponibili per i bambini con paralisi cerebrale. Spesso terapie multiple sono fatte in combinazione tra loro. In aggiunta, ci sono una moltitudine di altri esercizi e giochi che potete provare, tra cui: yoga e massaggi, in sella a una bicicletta o triciclo, giochi con la palla, disegno, pittura, giocando con argilla e tanti altri. Ma la cosa più importante da ricordare è quello di scegliere le attività di terapia che sono divertenti, che il bambino ama, e che lo farà ridere e sentirsi bene. Se il vostro bambino è divertirsi e sentirsi amati, le possibilità di successo aumentano notevolmente.


articoli Correlati