Sindromi mielodisplastiche

MDS riferisce ad una condizione in sangue e del midollo osseo che è caratterizzata da cellule anomale nel midollo osseo, e basso numero di globuli. È più comune negli uomini poi le donne, e più spesso affligge gli uomini di età superiore ai 70 The Leukemia & Lymphoma Society afferma che tra il 2001 e il 2005, 50.484 casi di MDS sono stati diagnosticati negli Stati Uniti. Utilizzando questi numeri, la società Leukemia & Lymphoma stima che una media di 10.000 nuovi casi di MDS sono diagnosticati ogni anno.

Che cos'è MDS?

MDS è una malattia del midollo osseo che si traduce in problemi con emocromo-cellule. Le cellule si sviluppano nel midollo osseo in globuli bianchi, globuli rossi e piastrine. Queste cellule del sangue servono importanti funzioni all'interno del corpo - come portare ossigeno e combattere le infezioni, tra le altre cose. Ognuno ha alcune cellule immature nel midollo osseo che non ha, e non, sviluppare correttamente in un globulo bianco o rosso o piastrine. Normalmente, il numero di cellule immature - chiamato esplosioni - è pari o inferiore a cinque per cento. In pazienti con MDS, un maggior numero di blasti verifica perché le cellule non riescono a svilupparsi correttamente.

Tipi di MDS

Ci sono due principali tipi di MDS, MDS ad alto rischio e basso rischio MDS. I pazienti con MDS a basso rischio hanno cellule anomale nel midollo osseo, ma la maggior parte delle loro cellule sono normali. Mentre pazienti con sindromi mielodisplastiche a basso rischio hanno livelli esplosione di sopra del normale cinque per cento, i livelli di scoppio non sono generalmente abbastanza alto per creare gravi problemi di salute. Molti pazienti affetti da SMD a basso rischio sono anemia, ma sono in grado di gestire questo ed eventuali altri sintomi di MDS bene. Pazienti affetti da SMD ad alto rischio, d'altro canto, hanno un numero più elevato di blasti che vengono rilasciati nel flusso sanguigno. Le loro cellule non possono funzionare normalmente, che possono avere la conta delle cellule del sangue molto bassa, e possono verificarsi gravi effetti collaterali, fino al fatalità.

È MDS un cancro?

MDS è considerato un cancro, nel senso che le cellule del midollo osseo sono anormali. Tuttavia, non tutte le sindromi mielodisplastiche sono una forma di leucemia. Anche se MDS ad alto rischio può essere fatale a se stante, è distinta dalla leucemia MDS-correlato, denominato leucemia mieloide acuta o leucemia mieloide acuta. Solo i pazienti con un livello di esplosione superiore al 20 per cento sono considerati avere una acuta MDL.

Quali sono le cause MDS & Come si diagnostica

Primaria MDS, la sindrome mielodisplastica più comune, non ha una causa nota, in molti casi. Tuttavia, l'esposizione ripetuta a una sostanza chimica chiamata benzina, che si trova nelle sigarette e alcuni ambienti industriali, è stata associata con lo sviluppo di MDS. MDS secondaria può essere causata da altri trattamenti contro il cancro, tra cui le radiazioni e la chemioterapia. MDS secondaria è raro, anche in pazienti che hanno subito tali trattamenti contro il cancro, e la Leukemia & Lymphoma Society suggerisce che i pazienti che sono diagnosticati con MDS secondaria possono aver avuto una condizione genetica di base che ha reso i loro corpi più predisposti a sviluppare MDS correlati al trattamento.

Perché MDS è in gran parte asintomatica, ed i sintomi ad essa associati - stanchezza e mancanza di respiro - può avere molte cause, MDS viene diagnosticata principalmente come parte di un fisico di routine che include un CBC (emocromo completo-cell). Una diagnosi conclusiva consiste nella misurazione conta delle cellule del sangue, e osservando le cellule del sangue e del midollo osseo al microscopio.

Quali cure sono disponibili?

Il trattamento varia a seconda del tipo di sindrome mielodisplastica. Pazienti con sindromi mielodisplastiche a basso rischio possono semplicemente guardare e aspettare, il monitoraggio dei sintomi e il trattamento bassa conta di cellule del sangue con trasfusioni di sangue. I pazienti ad alto rischio, e / o pazienti con leucemia mieloide acuta, possono essere trattati con chemioterapia ad alte dosi. Quando possibile, un trapianto allogenico di cellule staminali può essere utile nella gestione MDS, ma la procedura è rischiosa e richiede un donatore compatibile.


articoli Correlati