Regolamento fluido all'interno del sistema cardiovascolare

Regolamento fluido all'interno del sistema cardiovascolare


Il mantenimento del bilancio idrico all'interno del sistema cardiovascolare è importante per la salute generale del corpo e le prestazioni. Quando i tessuti non hanno abbastanza fluido, diventano disidratati. Se i tessuti sono inondati di liquido, gonfiore o edema si verifica. Il livello di sangue distribuita attraverso gli organi si ottiene anche la regolazione dei fluidi. Questo equilibrio all'interno del sistema cardiovascolare si ottiene l'interazione dei vasi sanguigni e cellule.

Il sistema cardiovascolare

I componenti principali del sistema cardiovascolare sono il cuore, le arterie, vene e capillari. Il cuore è il muscolo nel petto che pompa il sangue in tutto il corpo. Le arterie portano il sangue dal cuore, mentre le vene portano il sangue torna ad esso. I capillari sono i vasi sanguigni che collegano le arterie e le vene. È nei capillari che si verifica la maggior parte del trasferimento di liquidi e sostanze nutritive ai tessuti del corpo. Un adulto medio ha circa 100.000 chilometri di vasi sanguigni nel suo corpo.

Starling equazione

Nel 1896 il fisiologo britannico Ernest Starling formulò la sua teoria per la filtrazione del fluido nel sistema cardiovascolare. Egli ha teorizzato che il trasferimento di liquidi nei capillari dipendeva pressione dal fluido nei vasi sanguigni, o pressione oncotica, e la pressione dei vasi sanguigni veri e propri, o la pressione idrostatica. Calcolando la Starling equazione, gli scienziati hanno potuto determinare la quantità di trasferimento di fluidi, in particolare i vasi sanguigni.

Pressione oncotica

Pressione oncotica si riferisce alla pressione del fluido che si trova all'interno dei vasi sanguigni. Quando la pressione del fluido è maggiore della pressione del vaso sanguigno è contenuto in, le perdite di fluido fuori nella zona circostante. Se il vaso sanguigno esercita più pressione sui fluidi, allora il fluido non può sfuggire il vaso sanguigno.

Pressione idrostatica

La pressione idrostatica si riferisce alla pressione dei vasi sanguigni. Se la pressione del vaso sanguigno è maggiore della pressione del fluido che contiene, il fluido viene mantenuta. Se la pressione del vaso sanguigno è inferiore alla pressione del fluido, il fluido può quindi fuoriuscire e inserire lo spazio tra il vaso sanguigno e le cellule circostanti.

Cambio fluido tra i vasi sanguigni e le cellule del corpo

Il sangue di solito non entrano in contatto con le cellule individuali nel corpo. Capillari circondano tessuti e fluido interstiziale è filtrata attraverso questo spazio tra i capillari e cellule. Liquido interstiziale porta le cellule loro sostanze nutritive. La regolazione del fluido all'interno del sistema cardiovascolare dipende l'equilibrio tra la oncotica e le pressioni idrostatiche. Il corpo regola la distribuzione dei fluidi tra le cellule e gli organi da questa azione.


articoli Correlati