Prognosi di una Stroke

L'ictus è una grave condizione causata da una una perdita di sangue arterioso o la mancanza di afflusso di sangue al cervello. La prognosi a seguito di un ictus è fortemente dipendente dal tipo di ictus subito, l'area interessata del cervello e soprattutto le complicazioni che si verificano dopo l'ictus. Sul lato positivo, colpi hanno un elevato tasso di sopravvivenza (circa il 75 per cento). Sul lato negativo, le complicazioni che si verificano dopo un ictus sono abbastanza paralizzante.

Statistica

Una prognosi definitiva si baserà molto su che tipo di ictus un individuo sviluppa. Ad esempio, ictus ischemico (causato da un'interruzione di sangue al cervello) ha un basso tasso di mortalità, con solo l'8 per cento delle vittime che muoiono entro i prossimi 30 giorni. Ictus emorragico (causato da una perdita di sangue arterioso) hanno un tasso di mortalità molto più alto, con il 40 al 80 per cento delle vittime che muoiono entro i prossimi 30 giorni. Circa il 50 per cento di tutte le persone che soffrono di un ictus emorragico muore entro le 48 ore successive.

Permanenza

Una prognosi ictus in genere include la possibilità di danni permanenti al corpo. Ad esempio, afasia (difficoltà nel parlare o incapacità di parlare a tutti) è una grave sintomo post-ictus. Il controllo delle viscere e della vescica è spesso smarrito e incapace di ritorno. Debolezza su un lato del corpo, noto come emiplegia, spesso può verificarsi a seguito di danno cerebrale correlata a ictus.

Immobilità

L'immobilità è un altro fattore comune incluso all'interno di una prognosi ictus. L'immobilità rende le sue vittime più sensibili a complicazioni come coaguli di sangue nelle gambe (trombosi venosa profonda). Attento monitoraggio delle gambe è importante, come coaguli di sangue può essere fatale se il permesso di viaggiare verso l'alto per il cuore ei polmoni. Piaghe da decubito e ulcere possono anche sviluppare su porzioni della pelle se il corpo rimane immobile. Questi possono essere prevenute con riposizionamento di un corpo colpite da ictus e permettendo alla pelle di respirare.

Corsa ricorrente

Un colpo lascia le sue vittime ad un rischio molto più elevato di avere un altro ictus. Infatti, circa il 25 emiplegia di persone che hanno un'esperienza ictus una corsa supplementare entro i prossimi cinque anni. Tre emiplegia delle persone colpite esperienza un altro ictus entro i successivi 30 giorni. Mentre il tasso di sopravvivenza è ancora competente, la possibilità di una persona di morire di ictus aumenta con ogni colpo aggiuntivo sperimenta.

Debolezza

Molte persone provano una qualche forma di debolezza fisica a seguito di un ictus. Ciò può influenzare l'intero corpo, un lato del corpo o di una parte specifica del corpo, come mani o dei piedi. Le vittime possono perdere la loro capacità di camminare, nutrirsi, guidare o apparecchi funzionano come computer a causa della debolezza fisica.


articoli Correlati