Miti e fatti circa la droga

Nonostante la natura illecita di droghe negli Stati Uniti, l'uso di droga rimane un evento comune tra le persone provenienti da tutto socioeconomico backgrounds.The dibattito in corso sui farmaci ha prodotto molti miti e pregiudizi che persistono ancora oggi. Il modo migliore per distinguere i miti legati alla droga dai fatti è alla ricerca delle statistiche e dei dati disponibili, che è il primo passo per prendere una decisione informata.

Miti della Drug Use

Il mito più grande e forse più dannoso sul consumo di droga è che le droghe illegali sono più pericolosi per la salute di sostanze legali come alcol e tabacco. Molte persone assumono un legame tra legalità e la sicurezza, dove non c'è nessuno. Ad esempio, la marijuana è una sostanza che Schedule nonostante non provocando direttamente una morte documentata in tutta la sua storia di uso, mentre l'alcol rimane legale nonostante causando molti overdose e decessi legati al traffico di ogni anno.

Drug War Miti

Un mito importante per quanto riguarda la guerra alla droga è che ha ridotto l'incidenza di abuso di droga negli Stati Uniti Secondo WhiteHouseDrugPolicy.gov, la War on Drugs "bilancio annuale ha superato 13,7 miliardi dollari nel 2008 ed è destinata ad aumentare di almeno un miliardo di dollari nel 2009. Nonostante questi numeri esorbitanti, droghe illegali sono più puri, più economici e più ampiamente disponibile di quanto non fossero 25 ago. Secondo DrugPolicy.org, la purezza di eroina e cocaina è aumentato in modo significativo, mentre i prezzi sono scesi tra il 1981 e il 1998. Nel frattempo, la guerra alla droga costa ai contribuenti più di $ 40 milioni all'anno.

Fraintendimenti sui Addiction

Un mito comune per quanto riguarda l'uso di droghe è che cercando i farmaci anche una volta porterà alla dipendenza. In realtà, la maggior parte delle persone che cercano di droghe illegali non diventano dipendenti e continuano a condurre una vita produttiva di successo. Secondo Samhsa.gov, il 90 per cento degli utenti per la prima volta non è diventato dipendente o usare più di una volta l'anno successivo la loro prima esperienza con la droga.

La dipendenza è una malattia derivante da fattori genetici e comportamentali complessi e quindi non può essere attribuita alla sperimentazione di farmaci da soli. Secondo ScienceDaily.com, quelli con una malattia mentale sono più probabilità di abusare di droghe a causa di differenze di una zona del cervello chiamata amigdala, che controlla le emozioni come l'ansia e la paura. Una storia familiare di dipendenza aumenta anche la probabilità che un utente di droga diventerà un tossicodipendente.

Drug Use: una questione morale?

Le persone che decidono di utilizzare sostanze illegali sono spesso oggetto di critiche da parte di non-utenti. Lo stereotipo del, penale-droga folle violenta è spesso affermato da coloro che si oppongono al consumo di droga, nonostante il fatto che i farmaci stessi non sono noti per causare comportamenti violenti in individui mentalmente stabile. Alcol, invece, gioca un ruolo in molti crimini violenti ogni anno. Secondo MarinInstitute.org, il 40 per cento degli stupratori condannati per segnalare di essere sotto l'influenza di alcol, al momento della loro crimini, mentre il 28 per cento delle vittime di suicidio età 9-15 erano attribuibili all'alcol nel 1997.

I tentativi di dipingere l'uso di droga come una questione morale ha radici nella propaganda base razziale dei giorni pre-Harrison Act, nel corso del quale i media hanno tentato di spaventare il pubblico in azione accusando il consumo di droga per crimini violenti contro i bianchi. Usando termini come "cocaina demonio Negro" e insulti razziali simili, che sono riusciti a trasformare l'uso di droghe in una questione di moralità, nonostante alcuna base di fatto per le loro richieste.

Harm Reduction ed eliminazione

Non importa la sostanza, tutte le droghe comporta dei rischi. L'unico modo per evitare del tutto questi rischi è di astensione dal consumo di droghe del tutto. Coloro che scelgono di utilizzare farmaci possono ridurre i rischi di esiti negativi praticando moderazione e prudenza, e informarsi sui possibili effetti in anticipo.


articoli Correlati