Mastoplastica additiva e riduzione di allattamento al seno

Mastoplastica additiva e riduzione di allattamento al seno


Mentre la maggior parte dei professionisti medici concordano sul fatto che il latte materno è la cosa migliore per il bambino, le donne che hanno avuto l'aumento del seno o un intervento chirurgico di riduzione del seno possono avere difficoltà di allattamento. Non sarà noto se lei è in grado di allattare al seno fino a quando lei in realtà tenta esso. Secondo BFAR, un sito web con informazioni e supporto per l'allattamento al seno e capezzolo, dopo interventi chirurgici, ci sono diversi fattori da considerare quando l'allattamento se sono stati eseguiti questi interventi.

Nozioni di base

La maggior parte delle donne che hanno avuto l'aumento del seno o un intervento chirurgico di riduzione del seno saranno in grado di allattare. Tuttavia, la loro produzione di latte è generalmente inferiore rispetto a quelli che non hanno avuto l'intervento chirurgico. Questo può evitare l'allattamento al seno esclusivo, anche se ci sono modi per aumentare la produzione di latte, come la compressione del seno, spremitura manuale, pompaggio e l'allattamento al seno più frequentemente.

Mastoplastica additiva

Coloro che hanno avuto l'aumento del seno in genere hanno una migliore possibilità di allattamento al seno rispetto a coloro che hanno avuto la riduzione del seno. Ciò è dovuto al fatto che l'inserimento di impianti nei seni generalmente comporta meno taglio e la rottura dei condotti nel seno rispetto alla chirurgia di riduzione del seno. Chirurghi plastici in genere cercano di ridurre al minimo la comparsa di cicatrici e metterà incisioni intorno all'areola e in altre aree poco appariscente. Se condotti e nervi sono danneggiati nel processo, può influenzare la capacità di allattare.

Riduzione del seno

In chirurgia di riduzione del seno, le incisioni sono molto più intenso rispetto a una mastoplastica additiva. Il chirurgo plastico è anche la rimozione del tessuto del seno, che potrebbe includere condotti e nervi che permettono di allattare. Per le donne con seni molto grandi, può essere necessario staccare completamente il capezzolo durante l'intervento chirurgico. Queste donne hanno generalmente molto poco, se del caso, la possibilità di allattare dopo l'intervento chirurgico a causa di questo.

Consulenti per l'allattamento

Per le donne che hanno subito alcun tipo di intervento chirurgico al seno, il consulente per l'allattamento può essere una risorsa preziosa. Le donne dovrebbero raggiungere un consulente per l'allattamento prima della consegna a sviluppare un rapporto e informare il consulente per conoscere la sua situazione. Mentre nulla può essere fatto in anticipo per garantire l'allattamento al seno è un successo, il consulente per l'allattamento può offrire suggerimenti in allattamento che aumenterà le probabilità di successo per le donne che devono affrontare questo insieme di circostanze. Le donne che hanno avuto un intervento chirurgico al seno dovrebbero mentalmente prepararsi a dovere o allattare o pompare più spesso rispetto ai loro coetanei di allattamento al seno non chirurgici.

Considerazioni

Se la pianificazione di allattare, di ritardare qualsiasi aumento del seno o riduzione del seno chirurgia fino a dopo l'allattamento al seno è completa. Se ciò non è possibile, informa il chirurgo plastico del desiderio di allattare prima dell'intervento. Mentre non ci sono garanzie possono essere fatte sull'allattamento al seno, il chirurgo può procedere con più attenzione nel rimuovere il tessuto o fare incisioni di fornire le maggiori possibilità di successo.


articoli Correlati