La vita dopo chirurgia del cancro alla prostata

La vita dopo chirurgia del cancro alla prostata


Follow-up è una realtà tutta la vita per gli uomini che hanno avuto la chirurgia del cancro alla prostata. Per la maggior parte degli uomini, il follow-up è semplice e tollerabile come un esame del sangue PSA occasionale per determinare se i rendimenti del cancro. Se il cancro non ritorno, l'individuazione rapida e un trattamento adeguato può fare una grande differenza. Alcuni uomini possono avere bisogno di trattamenti ormonali di follow-up, la chemioterapia o le radiazioni. Il trattamento per la disfunzione erettile è anche una possibilità nel periodo post-chirurgia del cancro.

Post-Op Recovery

Chirurgia del cancro della prostata richiede una sosta di qualche giorno in ospedale e diverse settimane di recupero a casa, a seconda del tipo di chirurgia usata per trattare il cancro. Una prostatectomia radicale - che rimuove l'intera ghiandola prostatica - è un intervento chirurgico maggiore. Alcune delle tecniche meno invasive, come la chirurgia robotica, può accelerare il tempo di recupero, ma l'età e lo stato di salute generale del paziente gioca un ruolo importante. La maggior parte dei pazienti hanno un periodo di incontinenza e indosseranno un catetere per un massimo di tre settimane. La chirurgia comporta un viaggio di ritorno al medico per la rimozione dei punti e del catetere. Alcuni medici eseguono la rimozione della prostata per via laparoscopica con solo incisioni cerotto.
Camminando si consiglia di ripristinare la circolazione e rafforzare la respirazione. I pazienti possono riprendere una dieta normale in circa un giorno.

Incontinenza

Chirurgia del cancro della prostata ha due principali effetti collaterali - incontinenza e impotenza - che sono entrambi trattabili e temporaneo nella maggior parte dei pazienti. Maggior parte dei pazienti sperimenteranno un periodo di incontinenza a causa di danni allo sfintere urinario, che detiene l'urina in esercizi di Kegel -. Che rafforzano i muscoli pelvici - possono ridurre il periodo di incontinenza. Fino al 5% dei pazienti può sperimentare l'incontinenza permanente.

Disfunzione Erettile

Nonostante le tecniche migliori e chirurghi specializzati, chirurgia del cancro alla prostata può danneggiare i nervi e muscoli e vasi sanguigni che permettono agli uomini di raggiungere e mantenere l'erezione. Fino al 50% degli uomini sperimenteranno un certo periodo di impotenza. In quasi tutti, farmaci come il Viagra e Cialis possono stimolare il flusso di sangue e di aiuto nel raggiungimento di erezioni. Chirurgia del cancro della prostata elimina la possibilità di eiaculazione, ma non l'orgasmo.

Prognosi a lungo termine

Il tasso di sopravvivenza a 10 anni per i pazienti sottoposti a chirurgia del cancro della prostata in cui il tumore è stato scoperto e rimosso nelle fasi iniziali è fino al 90%. Il cancro della prostata può tornare in ben un terzo dei pazienti anche dopo la prostata viene rimossa, l'indicazione che le cellule tumorali diffuse dalla prostata prima dell'intervento ed entrarono nella linfonodi, ossa o tessuti circostanti. In questi casi, la radiazione follow-up o terapia ormonale può essere necessario.

Gruppi di sostegno

Gli studi dimostrano che alcuni uomini recuperare più velocemente da essere in gruppi di supporto con altri sopravvissuti al cancro alla prostata. Membri discutono trattamenti impotenza, esercizio fisico, dieta e altri fattori che può accelerare il ritorno alla normalità. L'American Cancer Society mantiene un elenco di gruppi locali.


articoli Correlati