La terapia di chelazione per la sclerosi arteriosa

La terapia di chelazione è un trattamento per l'aterosclerosi, o la sclerosi arteriosa. L'aterosclerosi è comunemente indicato come l'accumulo di placca, o "indurimento delle arterie", secondo l'American Heart Association. Terapia chelante inietta un amminoacido sintetico chiamato EDTA nelle vene per rimuovere la placca e ammorbidire le arterie. L'American Heart Association ritiene che non vi è alcuna prova scientifica per sostenere l'efficacia della terapia di chelazione.

La terapia di chelazione Teoria

Secondo Americanheart.org, il sito web di The American Heart Association, i sostenitori della terapia chelante suggeriscono che è efficace nella rimozione di placca o accumulo di calcio nelle vene e migliorare l'aterosclerosi. Essi motivano tale difesa sul presupposto che l'EDTA è particolarmente bravo a legarsi con i metalli pesanti (viene spesso utilizzato per avvelenamento da metalli pesanti) e può legarsi al calcio. Ciò ha portato al postulato non dimostrato che l'EDTA potrebbe legarsi alla placca o calcio accumulo nelle vene e portarlo fuori dal corpo.

Costi e pericoli

L'American Heart Association indica che la terapia di chelazione non è senza un costo elevato. Ogni trattamento costa fino a $ 100. Questi trattamenti vengono solitamente due o tre ore e talvolta vengono somministrati fino a 30 volte al mese. Non esiste alcuna copertura assicurativa per questo trattamento così sarà una spesa out-of-pocket.

EDTA non è un farmaco innocuo; terapia di chelazione può contribuire ad insufficienza renale, convulsioni, così come la pressione sanguigna bassa, che è particolarmente negativo per i pazienti che hanno arteriosclerosi. Inoltre, alcuni individui possono essere allergici al EDTA.

Mancanza di prove scientifiche

La preoccupazione più importante che l'American Heart Association cita è che vi è una mancanza di prove scientifiche a sostegno o per testare i benefici della terapia chelante. La maggior parte dei sostenitori della terapia si basano su testimonianze, piuttosto che la ricerca clinica per comprovare il valore medico del prodotto. Inoltre, l'unica ricerca scientifica sulla terapia chelante concluso che la terapia non è più efficace su athereosclerosis di un placebo, che è una sostanza inerte utilizzato in uno studio in doppio cieco.

Uno studio ha avuto luogo nel 2002, ed è intitolato "La terapia di chelazione per Cardiopatia Ischemica." I risultati sono stati pubblicati sul Journal of American Medical Association. Inoltre, il Dr. Saul verde ha condotto una revisione nel 2007, della letteratura relativa alla terapia chelante, concludendo che le richieste di terapia di chelazione positivi sono sopravvalutati. Dr. Saul Green è un biochimico che ha condotto la ricerca sul cancro presso il Memorial Sloan-Kettering Cancer Center.


articoli Correlati