Il trattamento IVF fatti

Il trattamento IVF fatti


FIVET o fecondazione in vitro è usato per il trattamento di infertilità dopo i metodi più convenzionali non sono riusciti a contribuire a concepire un bambino. Esso può essere utilizzato anche se Falloppio di una donna sono danneggiati o in caso di grave infertilità maschile. Si stima che circa tre milioni di bambini sono stati concepiti con la fecondazione in vitro ed altre tecniche di riproduzione assistita da quando sono stati introdotti nel 1978, secondo i dati presentati alla Società europea di riproduzione umana ed embriologia.

Processo

FIV comporta concimazione e l'uovo con lo sperma in laboratorio in un processo noto come tecnologia di riproduzione assistita. Il processo inizia prima ancora che le uova di una donna vengono recuperati, quando si deve prendere ormoni per stimolare la maturazione delle uova. Poi, lei è monitorato per vedere quando la maturazione è completa. Successivamente, le uova vengono raccolte utilizzando una sonda ecografica vaginale mentre la donna è sotto anestesia locale. Successivamente, lo sperma è raccolto dall'uomo, lavato e aggiunto le uova in un piatto di coltura di laboratorio.

Per gli uomini con spermatozoi anomali o per le coppie che hanno avuto fallimenti di fecondazione in vitro precedenti, una procedura aggiuntiva, denominata iniezione intracitoplasmatica di sperma, consente uno spermatozoo da iniettare direttamente in un uovo maturo per aiutare la fecondazione. Da tre a cinque giorni dopo, le uova fecondate, ora chiamati embrioni, vengono iniettati nell'utero della donna utilizzando un catetere. Se si verifica l'impianto, ci sarà una gravidanza. Embrioni aggiuntivi possono essere congelati per i futuri tentativi di fecondazione in vitro.

Tasso di successo

Secondo i Centers for Disease Control, donne negli Stati Uniti hanno avuto 138.198 cicli di riproduzione assistita che hanno provocato 41.343 nascite nel 2006. A causa alcune delle nascite erano multipli, 54.656 bambini sono nati con questa tecnologia. Questo è più o meno un tasso di successo di gravidanza del 30 per cento. A causa delle tecniche di fecondazione in vitro più efficaci, questo tasso è aumentato dal 1996, quando si aggirava intorno al 22 per cento.

Complicazioni

Ci possono essere complicazioni con la fecondazione in vitro. A volte, i farmaci utilizzati per assistere uovo raccolto portare a sindrome da iperstimolazione ovarica. Secondo la Mayo Clinic, circa il 25 per cento delle donne di gonadotropine sviluppare OHSS lieve, che provoca ovaie gonfie e doloranti e dolori addominali.

A volte gli impianti embrione nella tuba di Falloppio, causando una gravidanza extrauterina. Questo avviene ad un tasso leggermente più elevato per coloro che utilizzano la fecondazione in vitro. Poiché la maggior parte delle donne sulla fecondazione in vitro hanno una ecografia entro 14 giorni dall'impianto, gravidanze ectopiche sono più catturati prima che possano danneggiare le tube di Falloppio.

Le gravidanze multiple sono più probabilità di verificarsi in IVF. Anche se i gemelli non compromettono la salute della madre o di ogni altro, tre o più embrioni può portare a parto prematuro e di altre conseguenze sulla salute per la madre e figli.

Cliniche per la fertilità

Perché IVF può essere costoso e non può essere coperto da assicurazione, le coppie di solito scelgono di ricerca a fondo qualsiasi clinica prima di cercare questo trattamento. Il CDC mantiene un database di statistiche sulla riproduzione assistita in cliniche di fertilità e ricorda che le coppie dovrebbero prendere in considerazione il tipo di pazienti accettati e le cause di sterilità quando si confrontano i tassi di successo di gravidanza clinica.

Donatore uova o sperma

Se una donna non produce le uova, la coppia può decidere di utilizzare una donatrice di ovuli per la fecondazione in vitro. Lo stesso vale se un uomo non produce abbastanza sperma. In entrambi i casi, la coppia dovrà decidere se chiederanno un amico o un familiare o se preferiscono un donatore anonimo. Fattori quali le conseguenze economiche e psicologiche dovrebbero essere valutati.

Storia

Trattamento di fecondazione in vitro è stata utilizzata con successo prima in Inghilterra nel 1978 dal Dr. Patrick Steptoe C., un ginecologo, e il dottor Robert G. Edwards, embriologo. È qui il termine "bambino in provetta" è stato coniato per descrivere la fecondazione in laboratorio invece che nell'utero. Da allora, la tecnica è stata perfezionata e il suo tasso di successo maggiore.


articoli Correlati