Gli effetti di uno squilibrio elettrolitico

Gli effetti di uno squilibrio elettrolitico


Gli elettroliti sono minerali, come potassio, sodio, calcio e magnesio, nelle sangue e fluidi corporei. Essi influenzano la salute di tutte le cellule del corpo, compreso il cuore e muscoli. Tenuta in equilibrio da diversi meccanismi, tra cui la respirazione, sudorazione, e la funzione renale, disturbi elettrolitici possono variare da lieve a pericolosa per la vita. Le malattie croniche, alcuni farmaci o la chemioterapia, la disidratazione da vomito e diarrea, sanguinamento, e prolungata mancanza di ossigeno può portare a squilibri elettrolitici. Il trattamento consiste nella soluzione della causa, la sostituzione o contrastare minerali, e regolando l'assunzione di liquidi.

Potassio

Di potassio, o iperkaliemia, possono manifestarsi come dolori articolari, urina torbida, mancanza di respiro, svogliatezza, battito cardiaco irregolare, nausea, e vomito. Insufficienza renale, perdita del controllo motorio e della morte può provocare. La malattia renale è la causa più comune di iperkaliemia.
Farmaci diuretici possono causare la perdita di potassio. Potassio basso è chiamato ipokaliemia. I sintomi possono includere debolezza muscolare, affaticamento, gonfiore, e battito cardiaco irregolare. Quando la deplezione di potassio viene corretto, un completo recupero è probabile.

Sodio

Troppo sodio (il componente principale in sale) si chiama ipernatriemia. Le persone anziane che non sono a conoscenza di sete sono a maggior rischio di uno squilibrio di sodio. Ipernatriemia non trattata può portare a danni cerebrali e coma, che può essere irreversibile. Iponatriemia, o troppo poco sodio, possono essere trattati con la restrizione di fluidi. I sintomi di basso contenuto di sodio possono essere simili a quelli di sodio alta, con l'aggiunta di nausea e vomito. Crampi muscolari, debolezza, irritabilità, confusione, ansia, battito cardiaco irregolare, pressione sanguigna anormale, uscita bassa urine, edema (gonfiore), sete, perdita di controllo motorio, e convulsioni segnalare uno squilibrio di sodio.

Calcio

Eccesso di calcio, o ipercalcemia, è un effetto collaterale comune di alcuni trattamenti contro il cancro. Troppo calcio nel corpo provoca debolezza muscolare, intorpidimento e formicolio alle estremità, perdita di appetito, confusione mentale, nausea, e vomito e può progredire fino al coma, convulsioni e morte se non trattata. I sintomi di bassi livelli di calcio sono contrazioni muscolari, braccia e gambe, crampi alle dita intorpidite e dei piedi, depressione, irritabilità, sonnolenza, confusione, e un battito cardiaco irregolare. La carenza di vitamina D, insufficienza renale, e gli effetti di alcuni trattamenti contro il cancro possono causare uno squilibrio elettrolitico basso di calcio.

Magnesio

L'abuso di antiacidi magnesio o lassativi, malattie renali, diabete e può causare una condizione di ipermagnesemia, o troppo magnesio. Problemi respiratori, disorientamento, debolezza muscolare, frequenza cardiaca lenta, e bassa pressione sanguigna può causare.
Ipomagnesiemia è troppo poco magnesio, caratterizzata da perdita di appetito, tremori, vertigini e confusione mentale. Cirrosi epatica, la gravidanza preeclampsia, pancreatite e diarrea prolungati sono possibili cause. Questa condizione pericolosa per la vita deve essere trattata immediatamente.


articoli Correlati