Gli effetti della pillola anticoncezionale su un feto in via di sviluppo

Gli effetti della pillola anticoncezionale su un feto in via di sviluppo


La pillola anticoncezionale mantiene un uovo di una donna di essere rilasciato ogni mese, e rende anche difficile per gli spermatozoi di raggiungere tutte le uova che possono essere stati rilasciati. Le coppie possono sperimentare una gravidanza accidentale durante l'assunzione di pillole anticoncezionali. In questo caso, molte donne sono preoccupati per il potenziale effetto la pillola potrebbe avere sul feto in via di sviluppo.

Considerazioni

La pillola anticoncezionale è 92-99,7 per cento efficace, secondo contraccettiva Technology. Il motivo principale gravidanza si verifica con la pillola è perché i dosaggi sono saltati.

Organi sessuali femminili

Problemi di sviluppo possono a volte essere visti in organi sessuali di un neonato di sesso femminile se la madre ha preso la pillola anticoncezionale durante la gravidanza, secondo MayoClinic.com.

Peso alla nascita

Una preoccupazione associata con l'assunzione della pillola durante la gravidanza è l'effetto che potrebbe avere sul peso alla nascita del bambino. Ci può essere una associazione tra pillola anticoncezionale e un aumento del rischio di parto prematuro o basso peso alla nascita, secondo MayoClinic.com.

Prostata e della vescica

L'Università del Missouri in Columbia ha scoperto che l'assunzione di pillola anticoncezionale potrebbe portare a deformità nelle prostate di embrioni in via di sviluppo. Questo può aumentare il rischio del bambino di sviluppare problemi alla vescica o alla prostata più tardi nella vita.

Expert Insight

Secondo MayoClinic.com, una persona che ha preso la pillola anticoncezionale durante la gravidanza non dovrebbe prendere dal panico. Ci sono poche prove che l'assunzione di pillole anticoncezionali durante la gravidanza provoca gravi difetti alla nascita nella maggior parte dei casi.

Attenzione

Il miglior modo di agire è fermare l'uso della pillola se si sospetta una gravidanza. Consultare il proprio medico su eventuali rischi.


articoli Correlati