Gli effetti collaterali del litio sulla gravidanza

Il litio è uno dei farmaci da prescrizione più antichi utilizzati per il trattamento di malattie mentali, tra cui il disturbo bipolare. Il farmaco può anche essere usato per trattare alcuni tipi di mal di testa. I suoi usi medici iniziali sono stati avviati nel XIX secolo, quando fu usato per curare la gotta. Nonostante i suoi benefici medici, può portare ad alcuni gravi effetti collaterali nelle donne in gravidanza.

Storia

In origine, il litio è usato per il trattamento di episodi depressivi e maniacali, perché sono stati associati con alti livelli di acido urico nel corpo. Anche se questo sembra efficace, alla fine questo causa presunta della malattia mentale è stato screditato. Studi successivi hanno dimostrato in modo conclusivo che il litio è efficace nel trattamento sia mania e depressione, che è insolito per la prescrizione di farmaci.

Difetti cardiaci

Quando litio è presa durante il primo trimestre di gravidanza, c'è un piccolo rischio il feto svilupperà difetti cardiaci, incluso il posizionamento non corretto di una delle valvole cardiache. Queste valvole controllano il flusso di sangue e dal cuore.

Gozzi

Per le donne che devono rimanere di litio durante la loro gravidanza, vi è il rischio di sviluppare un gozzo durante il secondo e terzo trimestre di gravidanza. Il gozzo è un segno di problemi con il funzionamento della tiroide della donna.

La depressione post-partum

A causa dei rischi di esposizione al litio per i bambini non ancora nati, alcune donne scelgono di essere svezzati fuori dal litio. Dopo la nascita del bambino, queste donne sono ad aumentato rischio di sviluppare la depressione post-partum.

Difficoltà a concepire

Le donne non sembrano essere aumentate difficoltà a concepire se sono di litio. Tuttavia, almeno uno studio ha dimostrato che se il suo partner sta prendendo il litio, questo potrebbe rendere più difficile per lei di rimanere incinta.


articoli Correlati