Fasi del dolore di amputazione

Fasi del dolore di amputazione


Dr. Elisabeth Kubler-Ross, psichiatra svizzero, pioniere studi sulla morte. Nel 1969, ha scritto il potente libro "On Death and Dying", che molti consiglieri dolore usano ancora e che fornito solide basi per la comprensione delle fasi di dolore. Anche se il suo libro si riferisce specificamente alle fasi del dolore in cui si riferiscono alla morte, queste fasi possono essere applicate a qualsiasi tipo di perdita, compreso amputazione. Tuttavia, tutti gli amputati non possono passare attraverso ogni fase, e possono passare attraverso le fasi in un ordine diverso.

Incredulità e Denial

Inizialmente, amputati di solito rispondono con il ritiro, l'isolamento, il rifiuto e incredulità. Tuttavia, un amputato che ha avuto il tempo di prepararsi per una amputazione chirurgica non può verificare la negazione. Questa fase dà il tempo amputato per sviluppare una migliore capacità di coping.

Rabbia e rabbia

Il nuovo amputato può sfogare la rabbia o la rabbia a qualcuno vicino a lui. Egli può dare la colpa ai medici o Dio per la sua perdita. Tuttavia, gli amputati possono incanalare in modo costruttivo questo aumento di energia in progetti produttivi.

Contrattazione

La contrattazione si verifica quando il paziente cerca di fare offerte con Dio o il suo medico. In genere si esprime attraverso affermazioni del tipo: "Se a guarire il mio braccio, io da mangiare ai poveri bambini in Africa per sempre." Molti pazienti contrattare privatamente. Questo è, in parte, un tentativo di rinviare la realtà della amputazione.

Lo scoraggiamento e depressione

La tristezza risultante per la perdita di un arto e preoccupazioni per perdite future può portare a depressione. Il amputato può dormire troppo o troppo poco, fissarsi sul futuro, si sentono senza speranza o parlare di morte o addirittura il suicidio. Questa fase di depressione di solito non è permanente, ma la amputato può avere bisogno di consulenza o intervento medico per il trattamento di esso.

Cimasa

Anche se l'amputato non è mai felice per la perdita di un arto, ha ora venire a patti con la sua perdita. Un consulente peer può aiutare il lavoro amputato attraverso questo processo.


articoli Correlati