Dieta per l'iperattività nei bambini

Nel 1970, il dottor F. Ben Feingold ha proposto che l'epidemia di iperattività può essere in gran parte spiegato dal rapido aumento del consumo dei bambini di alimenti trasformati. Da allora, i nutrizionisti hanno sviluppato numerose teorie sul ruolo che gli additivi alimentari e zuccheri semplici giocano in iperattività. Come bambini sono notoriamente mangiatori schizzinosi, sono particolarmente probabile che si verifichino problemi comportamentali e cognitivi derivanti da una dieta carente o troppo elaborati. Per fortuna, una dieta speciale può contribuire ad attenuare molti dei sintomi di iperattività nei bambini e nei bambini piccoli.

L'eliminazione di additivi alimentari

Feingold ha proposto che numerosi additivi alimentari contribuiscono a iperattività nei bambini e di altri bambini, e ha suggerito una dieta priva di coloranti artificiali, aromi artificiali, aspartame e conservanti diversi comuni. Molti dei contemporanei di Feingold hanno inoltre suggerito che il glutammato monosodico (MSG) e sodio benzoato anche svolgere un ruolo nella iperattività nei bambini.

Le teorie di Feingold sono stati in gran parte respinti come non valido, ma di recente la scienza ha confermato alcune delle sue teorie. Nel febbraio 2008, l'American Academy of Pediatrics ha rilasciato una dichiarazione riconoscendo che una dieta a basso contenuto di additivi può essere un intervento di successo valido per il trattamento di bambini con iperattività.

Una corsa di zucchero?

Contrariamente a pregiudizio popolare, lo zucchero non è mai stato documentato per causare iperattività nei bambini di qualsiasi età, compresi i bambini. Un'analisi uscito nel 2008 dalla revisione critica di Scienze degli Alimenti Nutrizione ha indicato che non vi è "alcuna prova che [zucchero] ha un'influenza negativa" sul comportamento dei bambini. Tuttavia, una dieta molto ricca di zuccheri semplici può contribuire a iperattività nei bambini.

Secondo uno studio, che è stato pubblicato dalla rivista Food and Cosmetics Tossicologia nel 1978, ha scoperto che i bambini con iperattività sono probabilità di soffrire di ipoglicemia reattiva. Questa condizione comune comprende una "corsa di zucchero", seguito da un periodo di deficit di attenzione. Mentre lo zucchero è una delle cause di ipoglicemia reattiva, altri alimenti come le patate e pane bianco hanno maggiori probabilità di causare fluttuazioni di glucosio nel sangue.

Omega-3 acidi grassi

DHA, un acido grasso omega-3, è conosciuto per essere un nutriente essenziale per il corretto sviluppo del cervello nei neonati e bambini piccoli. Di recente, alcune ricerche hanno indicato che gli omega-3 --- carenza di una condizione molto comune per i bambini che mangiano una dieta americana standard --- può essere una causa di fondo di iperattività. Un team di scienziati svedesi ha scoperto che uno su quattro bambini iperattivi hanno sperimentato una significativa riduzione dei sintomi di iperattività durante l'assunzione di omega-3 supplementi.

Mentre l'integrazione può essere utile, cambiamenti nella dieta sono il metodo più efficace per migliorare l'assunzione di un bambino di grassi omega-3. Per bambini e neonati, il latte materno è la fonte più alta qualità di omega-3 acidi grassi del cervello aumentando. Altre fonti di cibo includono semi di lino e pesci grassi come il salmone. Una dieta con tutto il cibo sano può essere il più sicuro trattamento, di maggior successo per il bambino iperattività.


articoli Correlati