Condizioni mediche e di guida

Condizioni mediche e di guida


Secondo la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), errore umano causa ben nove su ogni 10 incidenti stradali autostrada. Molte condizioni mediche diverse possono influenzare la guida. I pazienti e le loro famiglie devono essere consapevoli di quali problemi possono creare condizioni di guida pericolose e discutere di eventuali problemi con il loro medico. Il collegamento tra alcuni problemi medici e le difficoltà di guida è sorprendente.

Pressione sanguigna

Numerosi studi indicano ipertensione, o pressione alta (> 140/90), influisce sulle prestazioni cognitive, in particolare la capacità di concentrazione e di prestare attenzione a guidare in modo sicuro. La NHTSA si riferisce ai numeri American Heart Association indicano uno su quattro adulti americani soffrono di ipertensione e ancora il 40 per cento di loro ricevono un trattamento inadeguato o nessun trattamento a tutti. I conducenti che non hanno la loro ipertensione sotto controllo dovrebbero evitare di guidare a causa delle difficoltà di concentrazione e di ragionamento che spesso accompagnano la pressione alta.

Sequestri

I medici che trattano pazienti con crisi epilettiche ed eventi neurologici simili come attacchi ischemici transitori in genere devono riferire tali informazioni al servizio dei veicoli a motore. Poiché questi eventi si manifestano improvvisamente e creano completa perdita di controllo del paziente, gli eventi neurologici come questi causano preoccupazione quando il paziente sta guidando. Epilettici e alle esperienze degli altri tali eventi possono guidare se il loro farmaco è efficace, tuttavia. L'American Medical Association (AMA) raccomanda i pazienti sono liberi da crisi per almeno tre mesi prima di guidare.

Disturbi psichiatrici

Malattie psichiatriche tra cui la depressione, disturbo bipolare e disturbi d'ansia colpiscono livelli di concentrazione e la capacità di reagire rapidamente e in modo appropriato durante la guida. I pazienti devono evitare di guidare fino a quando i loro medici ritengono di essere stati stabilizzati, non guidare quando si sentono suicida o maniacale.

Psicosi presenta un particolare pericolo. La NHTSA compilato studi riguardanti schizofrenici e incidenti d'auto, e quando il tempo questi pazienti trascorrono guida è correlato a incidenti, le statistiche dimostrano che gli schizofrenici hanno il doppio delle probabilità di essere coinvolti in incidenti (vedi riferimento 1).

Disturbi del sonno

Due disturbi del sonno, apnea e narcolessia, possono avere un impatto significativo sulla capacità di guida. Apnea colpisce le vie respiratorie durante il sonno, interrompendo il ciclo e la creazione di eccessiva sonnolenza diurna e deterioramento cognitivo. La narcolessia è a volte caratterizzata da tale fatica, ma anche allucinazioni e cataplessia, l'improvvisa perdita del controllo muscolare. La compilazione NHTSA indica una chiara relazione tra questi disturbi del sonno e una maggiore probabilità di impairment durante la guida, che può portare a un incidente.

Farmaci

Piuttosto che la condizione medica in sé, la prescrizione può talvolta interferire con la guida. Molti farmaci, tra cui antidepressivi, antistaminici per le allergie, farmaci per la pressione sanguigna e sedativi, come dormire aiuti a volte causano sonnolenza, deccreasing tempo di reazione al volante. L'AMA suggerisce pazienti astenersi dalla guida durante l'uso iniziale di una nuova prescrizione fino a che non sono sicuro di come reagiscono al farmaco. Analgesici e antidolorifici narcotici, come la codeina e Darvon, può alterare il giudizio, anche se il paziente manifesta effetti collaterali evidenti, in modo che il AMA suggerisce astenersi dal guidare mentre li utilizzano.


articoli Correlati