Come posizionare pazienti con ictus

Come posizionare pazienti con ictus


Posizionamento intenzionale di qualcuno che ha subito un ictus è in gran parte non studiato. La migliore posizione per un paziente con ictus è ancora sconosciuto, secondo le riviste di Oxford. Ma qualche ricerca esiste e più esperimenti vengono condotti e analizzati per determinare gli effetti delle varie posizioni. Come più conclusioni emergono, i medici saranno meglio in grado di dare consigli su posizionamento del paziente.

Istruzione

1 Tenere la vittima colpo sulla schiena subito dopo la corsa, per aumentare la quantità di ossigeno al cervello, consiglia uno studio pubblicato nel Oxford Journals (Volume 37, Issue 5). Posizionamento del paziente in posizione eretta produce la minor quantità di ossigeno nel cervello, così è meno desiderabile nelle fasi immediatamente seguenti un ictus.

2 Posizionare il paziente in modo confortevole durante le fasi di riabilitazione, che impedirà piaghe da decubito, ridurre la rigidità e gonfiore delle articolazioni e favorire la guarigione, secondo la Stroke Rehab online.

3 Incoraggiare il movimento per accelerare il processo di riabilitazione. Se un paziente ha subito perdita di movimento su una particolare parte del corpo, Stroke riabilitazione digitale suggerisce che l'immissione lato verso la parte più grande o più attiva di una stanza in modo che il paziente deve muovere quel lato più spesso, rafforzando esso.

4 Lavorare con il paziente a trovare un equilibrio gestibile tra le posizioni confortevoli e le posture più impegnativi che si sviluppano forza e coordinazione.


articoli Correlati