Come fare crescere i capelli quando si soffre di sindrome dell'ovaio policistico

Come fare crescere i capelli quando si soffre di sindrome dell'ovaio policistico


Sindrome dell'ovaio policistico (PCOS) colpisce le donne in età fertile ed è caratterizzata da squilibri ormonali. La malattia è una causa comune di infertilità. PCOS viene con sintomi sgradevoli derivanti da un elevato livello di ormoni maschili. Gli effetti collaterali includono eccessiva crescita di peli sul viso, cicli mestruali irregolari, cisti ovariche e calvizie maschile. La perdita dei capelli è particolarmente imbarazzante per le donne affette da PCOS, ma i rimedi sono a disposizione per fare crescere i capelli.

Istruzione

1 Tagliare lo zucchero dalla vostra dieta. Glicemia alta provoca un aumento del testosterone, l'ormone maschile responsabile della calvizie e perdita di capelli.

2 Formare un piano di perdita di peso. Taglio di zucchero aiuterà il processo di perdita di peso, ma una dieta sana ed esercizio fisico regolare, dovrebbero essere incluse nella vostra routine quotidiana. L'eccesso di peso aumenta i livelli di testosterone, ormone-calvizie causa; perdere peso diminuisce questo ormone.

3 Chiedete al vostro medico di iniziare la Meteformin droga di prescrizione. Meteformin aiuta a ridurre lo zucchero nel sangue e diminuisce la quantità di testosterone del corpo produce - in effetti fermare la calvizie e aiutare i capelli ricrescono.

4 Consultare il proprio medico circa il beneficio di un altro farmaco chiamato Flutamide, forse il farmaco più efficace nel trattamento della perdita di capelli nelle donne affette da PCOS. Flutamide provoca follicoli dei capelli di diventare resistenti al testosterone, aiutando i capelli persi ricrescono e prevenire ulteriore perdita di capelli.

Consigli e avvertenze

  • Consultare il proprio medico prima di iniziare qualsiasi di questi metodi.
  • Consultare un medico se si hanno sintomi di PCOS.
  • Partecipa a un gruppo di sostegno delle donne affette da PCOS per contribuire ad affrontare le implicazioni psicologiche che vengono con la malattia.

articoli Correlati