Cibi che scatenano l'emicrania Attacco

Cibi che scatenano l'emicrania Attacco


Gli attacchi di emicrania sono caratterizzati da dolore cranico grave e sono talvolta accompagnati da nausea, vomito e sensibilità alla luce, odori e suoni. Un attacco di emicrania può durare da 4 ore a 3 giorni, causando spesso il malato a mettere la sua vita in attesa. Mentre i trigger di emicrania possono variare da persona a persona, ci sono diversi trigger alimentari più diffusi segnalati per portare a attacchi di emicrania. I cibi più comuni che scatenano gli attacchi di emicrania sono elencate qui.

Tiramina

La tiramina è una sostanza naturale formata dalla degradazione delle proteine ​​in un alimento con l'invecchiamento. Gli alimenti che contengono elevate quantità di tiramina comprendono formaggi stagionati, vino rosso, yogurt, bevande alcoliche, panna acida, salumi, sottaceti, avocado e alcuni fagioli, come ceci, pinto e lima.

Bevande alcoliche

Le bevande alcoliche aumentano il flusso di sangue al cervello. Vino rosso, champagne e birra sono i trigger più comunemente identificati attacchi di emicrania.

Additivi e conservanti

Gli additivi alimentari e conservanti possono dilatare i vasi sanguigni, provocando mal di testa in alcuni individui. Gli additivi alimentari più comuni che causano attacchi di emicrania sono i nitrati, nitriti, intenerire le carni e il glutammato monosodico (MSG), che è un esaltatore di sapidità si trovano in alimenti orientali, salsa di soia, carni lavorate e molti alimenti confezionati.

Caffeina

La caffeina è uno stimolante delicato si trovano in caffè, tè, cioccolato, cacao, bevande analcoliche e alcuni farmaci per il dolore. La caffeina restringe i vasi sanguigni cerebrali, che provoca attacchi di emicrania in molte persone.

Cioccolato

Il cioccolato contiene feniletilamina e teobromina e caffeina. Queste sostanze chimiche naturali possono causare un attacco di emicrania alterando il flusso sanguigno cerebrale e rilasciando norepinefrina, che è una sostanza chimica stress nel cervello che aumenta la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e il flusso di sangue.


articoli Correlati