Che cosa è nel vaccino Shots?

I vaccini sono composti artificiali introdotti nel corpo al fine di stimolare l'immunità da alcune malattie. Secondo i Centers for Disease Control, la pratica dei bambini vaccinazione ha controllato efficacemente la diffusione di malattie infettive, come la difterite, la poliomielite, il morbillo, la parotite, tenanus, pertosse e rosolia. I vaccini sono considerati una parte essenziale del mantenimento della salute pubblica.

I fatti

I vaccini contengono morti o indeboliti virus, batteri o tossine della malattia contro cui proteggono. Questi agenti patogeni sono aggiunti ad un fluido sospensione e stabilizzatori come saccarosio o gelatina. Gli adiuvanti come sali di alluminio sono utilizzati per aumentare la risposta immunitaria dell'organismo al patogeno. I conservanti come il fenolo mantengono il vaccino praticabile. Tracce di proteine ​​e antibiotici utilizzati a crescere i patogeni talvolta si trovano nel vaccino. Infine, sostanze chimiche utilizzate per uccidere o disattivare i patogeni, come formaldeide, sono presenti in quantità minuscole.

Come funziona

Negli Stati Uniti, le vaccinazioni vengono somministrati a intervalli regolari che inizia subito dopo la nascita, tramite iniezione o la bocca. Alcuni vaccini devono essere somministrati in due o tre dosi in un periodo di tempo. Altri, come il vaccino contro il tetano, richiedono che l'individuo riceve rivaccinazione periodica per rimanere efficace.
Vaccini causano il sistema immunitario di rispondere in modo molto simile che sarebbe dopo l'esposizione alla malattia attuale. Si sviluppano anticorpi per attaccare gli agenti patogeni e celle di memoria vengono create. Nel caso in cui la persona in seguito essere esposto alla malattia stessa, i meccanismi sono già in atto per combattere rapidamente. Questo è chiamato immunità.

Significato

Secondo il CDC, alcune malattie come la poliomielite e la difterite stanno diventando rara negli Stati Uniti a causa della disponibilità di vaccini. Altri, come il vaiolo, sono state eliminate. La vaccinazione protegge non solo gli individui che ricevono i vaccini, ma altri membri della comunità che non possono essere vaccinati se stessi a causa di compromissione della funzione immunitaria, e coloro che non possono produrre una risposta immunitaria adeguata al vaccino.

Storia

Vaccino deriva dalla parola latina Vacca, che significa mucca. Medico inglese Edward Jenner scoprì che le mungitrici che erano stati esposti al vaiolo bovino sembravano più tardi di essere immune al virus del vaiolo mortale alla fine del 1700. Un secolo più tardi, Louis Pasteur ha sviluppato un vaccino che proteggeva i polli da colera. Una epidemia di difterite negli Stati Uniti ha spinto lo sviluppo e l'uso di un vaccino nei primi anni del 1920. Diffusa pratica delle vaccinazioni per numerose malattie trasmissibili si è verificato nel 1960. A partire dal 2009, i bambini negli Stati Uniti ricevono regolarmente 11 vaccinazioni che combattono le 15 malattie.

Considerazioni

Anche se rari, effetti collaterali legati ai vaccini sono possibili. I sintomi variano da un vaccino ad un altro, e può variare in gravità da tenerezza intorno al sito di iniezione, a febbre alta, debolezza, difficoltà di respirazione o di un battito cardiaco accelerato. I sintomi devono essere segnalati ad un operatore sanitario immediatamente. Le reazioni avverse possono essere segnalati attraverso il Vaccine Adverse Event Report sito sistema a www.vaers.hhs.gov.


articoli Correlati