Che cosa è la displasia corticale?

Che cosa è la displasia corticale?


Displasia corticale è una malattia del cervello risultante dalla anormale sviluppo precoce dei neuroni nella corteccia del cervello. I neuroni anomali provocano una serie di sintomi neurologici che si manifestano in giovane età. E 'la principale causa di epilessia nei bambini piccoli. Diagnosticare e trattare le crisi che risultano da displasia corticale può essere difficile dato che le porzioni del cervello interessata in ciascun individuo sono unici.

Definizione

Displasia corticale si verifica quando si sviluppa cellule cerebrali, o neuroni, in un embrione o il feto non riescono a raggiungere le parti della materia grigia del cervello per cui sono geneticamente destinati. Di conseguenza, le aree della corteccia mancano le connessioni neurali appropriate per funzionare correttamente. Le aree corticali interessate possono essere piccoli e definita o possono includere un intero emisfero del cervello.

Cause

Anche se non sono state identificate cause esatte di displasia corticale, una grande quantità di ricerca indica che la condizione può avere una forte componente genetica. Molti bambini che sviluppano l'epilessia derivanti da displasia corticale hanno una storia familiare di problemi epilettici; in aggiunta, quelli con altri membri della famiglia affetti da epilessia tendevano ad avere crisi in età più giovane.

Sintomi

Ricorrenti crisi epilettiche in un neonato o un bambino molto piccolo è il singolo sintomo più comune di displasia corticale. L'attività del cervello epilettico derivanti da superfici displasia corticale molto presto nella vita di un bambino affetto da anomalie della corteccia si verificano in utero e sono presenti alla nascita. Altri sintomi neurologici variano con le quali parti del cervello sono colpite, anche se altri sintomi comuni includono ritardo mentale; iperattivo, comportamento spesso aggressivo; una più grande testa di media; e dei riflessi tendinei profondi anormali.

Diagnosi

Displasia corticale può essere difficile da diagnosticare in quanto le parti interessate del cervello differiscono da individuo a individuo. A seguito di un esame neurologico, scansioni, come una scansione PET, TAC e una risonanza magnetica vengono eseguiti per cercare di individuare le parti anomale nella corteccia. Un electroencephalograzm, che utilizza elettrodi sul cuoio capelluto per monitorare e registrare l'attività cerebrale, è utilizzato anche per individuare la posizione del cervello da cui provengono le convulsioni.

Trattamento

Trattamento displasia corticale è centrata sul trattamento e il controllo delle crisi epilettiche che derivano dalla condizione, e il metodo varierà con ogni paziente. Farmaci anticonvulsivanti hanno successo per alcuni individui, mentre altri possono avere tali crisi epilettiche gravi e unmanagable, un intervento chirurgico per rimuovere la parte anomala del cervello potrebbe essere l'opzione più efficace.


articoli Correlati