Buddismo per l'ansia

Buddismo per l'ansia

Pratiche buddhiste si concentrano sulla emozionale, spirituale e mentale sviluppo dei praticanti. L'obiettivo finale del Buddismo è quello di raggiungere l'Illuminazione. Questo tipo di calmante, filosofia pacifica, con la meditazione e il rilassamento come componenti chiave, può essere molto utile per coloro che vivono con ansia.

Ansia Descrizione

Disturbi d'ansia sono caratterizzati da sentimenti di panico e nervosismo, sia durante periodi di stress, a caso, o in luoghi pubblici. Questi sentimenti devono interferire negativamente nella vita di una persona per un lungo periodo di tempo in modo che la persona possa essere classificato come avente un disturbo d'ansia.

Buddismo come Trattamento

Persone che vivono con disturbi d'ansia guardano al buddismo come mezzo di trattamento, sia da solo o in combinazione con altre forme di trattamento, quali farmaci o terapia comportamentale.

Buddismo e Ansia

Buddismo aiuta le persone con disturbi d'ansia perché costringe i praticanti a sedersi e riflettere, piuttosto che concentrarsi su l'ansia stessa.

Collegamento Psicoterapia

Il legame tra il buddismo e psicoterapia è uno che sta diventando sempre più ampiamente riconosciuto dagli psichiatri e psicoterapeuti. La meditazione è suggerito come un mezzo per tenere a bada l'ansia.

Contrastare Negatività

Buddismo mira a contrastare la negatività e il pensiero egoistico, come il comportamento eccessivamente ansioso. Questo passo dal pensiero egoistico, al fine di riflettere sul senso più ampio del mondo per mantenere la calma è ciò che rende molti credono che il Buddismo funziona bene per l'ansia.


articoli Correlati