Artrite reumatoide e emicrania Rimedio di erbe

Artrite reumatoide e emicrania Rimedio di erbe

L'artrite reumatoide e l'emicrania può essere paralizzante per una giornata produttiva, e nel lungo termine, entrambi possono portare a una vita molto limitata giorno per giorno. Ci sono un sacco di farmaci per aiutare con il dolore e il rilassamento muscolare, ma non c'è nessun farmaco senza effetti collaterali o due coinvolti. Di erbe e rimedi vitamina legati per l'emicrania e l'artrite reumatoide possono essere in grado di dare qualche sollievo mentre frenare gli effetti collaterali tipici che vengono con prescrizione di farmaci.

Erbe e integratori per l'artrite

Ci sono diverse erbe e trattamenti supplementari che sono richieste per affrontare il dolore e l'infiammazione di artrite. È necessario essere consapevoli, però, che molti rimedi a base di erbe non sono approvati dalla FDA e non necessariamente hanno prove scientifiche per eseguire il backup loro crediti.

Boswellia è stato collegato ad aiutare rigidità, dolore e un miglioramento della funzione articolare. Agisce in modo simile ai farmaci anti-infiammatori, ma non ha gli stessi problematici effetti collaterali che l'uso a lungo termine di un antidolorifico avrebbe portato. Si può prendere 400 a 800 mg, tre volte al giorno in una capsula o compressa.

Zucchetto cinese (Scutellaria baicalensis) è speculato per avere azioni anti-infiammatorie e anti-artritiche, e ha proprietà simili a farmaci da prescrizione come l'indometacina e fenil-butazone, ma senza gli effetti post-. Il suo effetto terapeutico può avere a che fare con una quantità elevata di flavonoidi che contengono potenti antiossidanti e spazzini dei radicali liberi.

In uno studio di ricerca indiano, lo zenzero è stato trovato per dare sollievo del dolore e gonfiore di artrite, e dopo due anni non ci sono stati effetti collaterali segnalati. Si consiglia di avere da sei a 50 grammi di zenzero in polvere o fresco al giorno.

Curcuma e il suo pigmento giallo curcumina sono stati trovati ad avere una grande quantità di proprietà anti-infiammatorie. Un dosaggio è in genere da 400 a 600 mg tre volte al giorno.

Infine, partenio, un'erba usata sia con l'artrite ed emicrania ha mostrato risultati promettenti in inibire l'infiammazione. Gli estratti di Tanacetum fermare la sintesi di composti pro-infiammatori nelle fasi iniziali e diminuiscono particelle infiammatorie da piastrine e globuli bianchi.

Erbe e integratori per cefalee

Butterbur (noto anche come Petasites hybridus) ha dimostrato di ridurre il numero di attacchi di emicrania con una dose di 50 mg a 75 mg al giorno.

Coenzima Q10 è connessa con la riduzione del numero di giorni che i pazienti hanno emicranie con 100 milligrammi per dose giorno.

In un esperimento con 600 mg di citrato di magnesio, attacchi di emicrania sono state ridotte di oltre il 40 per cento dopo 9 a 12 settimane di supplementazione.

La melatonina in una dose di 3 mg prima di coricarsi ha portato ad una risposta positiva mal di testa, e la vitamina B2 (riboflavina) ha ridotto emicranie quando prese come una dose elevata di 400 milligrammi per tre mesi.

Ci sono alcuni risultati sperimentali con vitamina B12 che mostrano una riduzione del numero di emicranie prendendo 1 milligrammo di intranasale B12 una volta al giorno per tre mesi. Partenio si crede di essere in grado di ridurre la frequenza degli attacchi di emicrania, ma non tutti gli studi hanno dato risultati conclusivi.

Trattamenti naturali per il sollievo dal dolore

Ci sono molti trattamenti non medicinali che possono aiutare ad alleviare i sintomi di artrite reumatoide e le emicranie. L'esercizio fisico è molto importante per chi soffre di artrite per aiutare con la flessibilità, migliorare muscolare, e rafforzare il cuore ei polmoni. Due grandi metodi per aiutare queste aree sono le pratiche orientali di t'ai chi e qigong. L'Arthritis Foundation ha raccomandato le due pratiche utili per i malati della condizione. Dr. Carol Greco, uno psicologo clinico, ha sperimentato con la meditazione e le emicranie e ha scoperto che la pratica può tenere a bada i sintomi fino a quando la meditazione continua ad essere praticata.


articoli Correlati