Aneurisma dell'arteria basilare Sintomi

Aneurisma dell'arteria basilare Sintomi


L'arteria basilare è l'arteria più importante nella parte posteriore del cervello. L'arteria basilare in grado di sviluppare un rigonfiamento che spinge verso l'esterno, mettendo l'accento sulla parete arteriosa e facendolo scoppiare. Quando aneurismi dell'arteria basilare scoppiano, che rappresentano circa il 27 per cento di ictus ischemici, secondo i neurologi affiliati a St. Louis University.

Sintomi

La maggior parte delle persone con mini ictus basilare esperienza di rottura di aneurisma dell'arteria (attacchi ischemici transitori) nei giorni e nelle settimane precedenti l'aneurisma. I sintomi più comuni di aneurisma dell'arteria basilare includono debolezza su un lato del corpo o del viso; problemi nel linguaggio e l'articolazione; vertigini, nausea e vomito; mal di testa e problemi visivi; perdita di coscienza.

Fattori di rischio

Le persone che sviluppano aneurismi dell'arteria basilare spesso hanno i seguenti fattori di rischio: alta pressione sanguigna (ipertensione), diabete, malattie cardiache, malattie vascolari, fumo di sigaretta e livelli elevati di colesterolo.

Diagnosi

Una persona può essere diagnosticata con aneurisma dell'arteria basilare dopo aver subito esami del sangue per verificare la presenza di problemi di coagulazione del sangue e malattie cardiache. I medici usano anche i test di imaging, tra cui la tomografia computerizzata (TC) e la risonanza magnetica e angiografia per verificare cervello di un paziente per sanguinamento, tumori e aneurisma ed escludere altre condizioni che possono causare i sintomi del paziente. Inoltre, i medici possono utilizzare Doppler transcranico, ecocardiografia, elettrocardiografia e per fare la diagnosi di aneurisma dell'arteria basilare.

Farmaci

Se un aneurisma dell'arteria basilare è trovato prima di rotture, i medici possono prescrivere farmaci per abbassare la pressione sanguigna e rilassare i vasi sanguigni e prevenire l'aneurisma rottura attraverso la parete dell'arteria.
Basilar aneurisma è solitamente trattata con endovenosa (in vena) o intra-arteriosa (nell'arteria) trombolisi, che utilizza farmaci per abbattere coaguli nel corpo. Negli Stati Uniti, i medici somministrano farmaci chiamati attivatori del plasminogeno tissutale (tPA) a persone con basilare rottura di aneurisma dell'arteria. Il successo di questi farmaci dipende da quanto velocemente una persona ricercata trattamento. Farmaci TPA non può essere utile se dato più di 12 ore dopo la comparsa dei sintomi.

Trattamento chirurgico

Il Cuore, Polmone e del Sangue Istituto Nazionale osserva inoltre che le persone con aneurisma dell'arteria basilare può essere necessario un intervento chirurgico per rafforzare la parete arteriosa e ridurre il rischio di rottura di aneurisma dell'arteria basilare.
Le persone che hanno basilare rottura di aneurisma dell'arteria sono ammessi ad una stroke unit per cure immediate ea lungo termine. Prima priorità dei medici nel trattamento di pazienti con aneurisma dell'arteria basilare consiste nel mantenere il flusso di sangue al cervello e in altre zone del corpo. I pazienti possono essere sottoposti a una procedura chirurgica nota come ritaglio, che prevede il posizionamento di una piccola clip vicino al aneurisma. Questo richiede l'aneurisma dalla circolazione del cervello e previene un eccessivo sanguinamento.

Sopravvivenza e complicanze

Basilare rottura di aneurisma dell'arteria provoca la morte in oltre il 70 per cento delle persone che soffrono e si verifica due volte più spesso negli uomini come nelle donne, eMedicine.com relazioni. Le persone che sopravvivono basilare rottura di aneurisma dell'arteria hanno una probabilità del 20 per cento di avere un altro colpo in seguito. Hanno spesso bisogno di apportare modifiche alla loro dieta, esercizio fisico e stile di vita, una volta che vengono rilasciati dal programma di riabilitazione ospedaliera e post-ictus. Possono avere bisogno neurologico e terapia psicologica ad affrontare i cambiamenti fisici ed emotivi che sperimentano dopo aneurisma.


articoli Correlati