Acido urico e malattie cardiovascolari

Secondo la Mayo Clinic, le malattie cardiovascolari sono la causa principale di morte negli Stati Uniti. Ci sono diverse cose che puntano ad aumentare il rischio di malattie cardiovascolari, come l'obesità e il fumo. Uno studio condotto da Verdecchia et al. trovato che alti livelli di acido urico sierico hanno una correlazione con la malattia cardiovascolare pure.

Malattie cardiovascolari

Le malattie cardiovascolari, nota anche come CVD o la malattia di cuore, si estende su una varietà di condizioni che interessano il cuore ei vasi sanguigni. Questo include malattia coronarica, aritmie cardiache, e difetti cardiaci congeniti. A causa del numero di scelte sbagliate di stile di vita (fumo, consumo di alcol, e l'eccesso di cibo) che contribuiscono alla causa di malattie cardiovascolari, esistono molti sforzi per informare le persone sui rischi delle loro azioni. Gli studi sui livelli di acido urico e le malattie cardiovascolari sono un altro pezzo per comprendere l'impatto della dieta sulla malattia di cuore.

Acido urico

L'acido urico è un sottoprodotto del metabolismo delle purine. . Secondo Verdecchia et al, acido urico ha capacità antiossidanti; tuttavia, può essere tossico a livelli elevati e può causare danni al tessuto. L'acido urico in eccesso viene normalmente escreto con le urine. L'esistenza di alti livelli di acido urico nei pazienti con malattia cardiovascolare non è chiaro. Lo studio PIUMA è sicuri del ruolo che gli alti livelli urico giocare in malattie cardiovascolari, ma vi è una forte correlazione tra di loro suggerendo che la loro relazione richiede ulteriori studi.

Polemica

Diversi studi hanno trovato correlazioni tra livelli di acido urico nel siero e l'insorgenza di malattie cardiovascolari. Tuttavia, questi studi iniziali sono stati interrogati perché la correlazione era insignificante a causa di altri fattori di rischio presenti nei partecipanti. Lo studio mirava a dissipare tali affermazioni attraverso il controllo di altri fattori di rischio. Una volta controllato, Verdecchia et al. ha scoperto che la correlazione è stato significativo, che ha rafforzato la correlazione tra acido urico e le malattie cardiovascolari.

Procedura di studio

La Verdecchia et al. studio, o lo studio PIUMA, seguiti più di 1.500 persone per circa 10 anni. Nella parte iniziale dello studio, la pressione sanguigna a riposo di ciascun paziente (BP) è stata misurata e registrata da un medico. Pressione arteriosa in ambulatorio dei pazienti è stata anche misurata. Ciò è stato fatto sistematicamente nel corso di un periodo di 24 ore con un dispositivo partecipante indossava. I partecipanti sono stati poi seguiti con l'ufficio del loro medico di reporting loro stato di salute, compresi gli eventuali eventi cardiovascolari (ictus, infarto, ecc.) Livelli di acido urico sono stati notati pure.

Risultati

Secondo Verdecchia et al., I risultati dello studio PIUMA mostrato che i partecipanti con il più alto livello di acido urico avevano più eventi cardiovascolari rispetto ai pazienti con bassi livelli di acido urico. Non solo erano più a rischio di un evento cardiovascolare, ma anche erano più a rischio per i rischi cardiovascolari fatali e la mortalità in generale. Verdecchia et al. hanno concluso che se l'ipertensione è trattata in un individuo, alti livelli di acido urico sono indicativi di malattie cardiovascolari.


articoli Correlati